Banca Popolare di Sondrio Biblioteca Luigi Credaro

Catalogo di consultazione al pubblico

Storia culturale del made in Italy

Natura: Monografia - Materiale testuale - Materiale a stampa
Descrizione: Storia culturale del made in Italy / Carlo Marco Belfanti. - Bologna : il Mulino, © 2019. - 258 p. ; 22 cm. - (Saggi ; 886).
Sommario / Abstract Quale è il significato dell’espressione “made in Italy”? Certamente i prodotti e i servizi per i quali il nostro paese è rinomato nel mondo per la qualità, il design, i prezzi competitivi e via dicendo. Ma «gli elementi che hanno contribuito a costruire tale immagine, e che dovrebbero identificare i tratti distintivi della creatività italiana, derivano spesso da semplicistiche rappresentazioni della cultura e della società italiane e da superficiali ricostruzioni delle vicende storiche del paese». Lo scrive Carlo Maria Belfanti in «Storia culturale del Made in Italy», un saggio che evidenzia tali stereotipi, richiamati spesso in maniera acritica e superficiale. Tesi dell’Autore – docente di Storia economica all’Università di Brescia – è che nel paniere del made in Italy, quello della moda ne è il paradigma, ne assume un rilievo particolare e ne diviene il simbolo stesso.
L’argomento messo in particolare luce da Belfanti è che la moda italiana si è infatti appropriata del Rinascimento come sua base, come fondamentale erede dell’eccellenza italiana in fatto di gusto e originalità, un’associazione quindi con la storia, l’arte e la cultura; ma si tratta di una continuità che non esiste, alimentata all’inizio degli anni Cinquanta per nobilitare la nascente moda italiana nel mercato internazionale, a quel tempo dominato dalla Haute couture parigina. «Il legame con il Rinascimento – annota l’Autore – ha consentito infatti di accedere con un’eccellente reputazione al mercato degli Stati Uniti, dove, proprio grazie al mito del Rinascimento, l’Italia, ma soprattutto la storia e la cultura italiane, godevano di grande considerazione».
Belfanti giunge alla sua conclusione dopo aver analizzato con attenzione il primato italiano raggiunto nel Cinquecento, un periodo storico di fioritura senza precedenti delle arti, che fecero del nostro paese un punto di riferimento della civiltà occidente, per poi passare al periodo successivo di declino e al Gran Tour che alimentò il flusso degli stranieri in Italia, patria dell’arte, ed infine alla “invenzione” del Rinascimento, che attrasse gli americani.
L’ultimo capitolo presenta una descrizione del nostro paese nelle grandi esposizioni universali in cui presero avvio l’industrializzazione e il cammino verso la modernità. L’affermarsi della moda italiana sul piano internazionale avvenne dopo la Seconda Guerra mondiale grazie a sartorie di grandi capacità e fantasie creatrici, ma autonome, anche se amplificate appunto dal mito del Rinascimento. Si pensi alla Hollywood sul Tevere, al matrimonio fra Tyron Power, vestito da Caraceni, e Linda Christian con un abito delle sorelle Fontana.
Il volume, tra le altre cose, fa pensare con tristezza alla moda nell’epoca della globalizzazione. L’era dei blue jeans e delle scarpe di gomma. [pg, luglio 2019]
Collezione: [Fa parte di] Saggi. - il Mulino ; 886 [Vai al dettaglio]
Numeri: ISBN (13): 978-88-15-28376-4
Autore:
Belfanti, Carlo Marco
Soggetto:
Artigianato - Italia - Storia
Classificazione
[Classificazione Decimale Dewey] 338.0945 - Produzione. Storia, geografia, persone. Italia
Paese Italia
Lingua Italiano
Biblioteca Inventario Sezione Collocazione Note Stato Prenotazioni Azioni
Biblioteca Credaro 47294 338.0945-BEL.STO - ECO.E.1593 In prestito fino al 06/09/2019 Nessuna Prenota
Allegati:
© 2007- - Diritti riservati - Banca Popolare di Sondrio