Banca Popolare di Sondrio Biblioteca Luigi Credaro

Catalogo di consultazione al pubblico
Non sprechiamo questa crisi

Non sprechiamo questa crisi

Natura: Monografia - Materiale testuale - Materiale a stampa
Descrizione: Non sprechiamo questa crisi / Mariana Mazzucato ; traduzione di Daria Cavallini. - Bari [etc.] : Laterza, © 2020. - 152 p. ; 20 cm. - (i Robinson. Letture).
Sommario / Abstract La crisi del Covid-19 è stata valutata ancor più grave per le conseguenze economico-finanziarie e sociali. In questo contesto non mancano tuttavia gli studiosi che ritengono che la pandemia dei nostri giorni possa al contrario portare, in futuro, a un miglioramento del nostro capitalismo. È l’opinione di Mariana Mazzucato nell’ottimo saggio “Non sprechiamo questa crisi” nel quale l’Autrice, economista autorevole – insegna Economia dell’innovazione e del valore pubblico presso l’University College London, dove ha fondato l’Institute for Innovation and Public Purpose, oltre a essere consulente di vari governi della Commissione europea e vincitrice di importanti premi – espone molto chiaramente quelle che possono essere le prospettive economiche se comprendiamo gli errori del passato.
Il crollo del Pil mondiale, il blocco delle merci e degli scambi, la chiusura delle aziende e la crescente disoccupazione e povertà (una drammaticità che ricorda la “spagnola” durante la Prima Guerra mondiale, per non parlare della peste) devono – scrive l’Autrice - fornire l’occasione per ripensare al nostro modello di sviluppo. Si richiede ora una struttura molto diversa da quella scelta dai governi, che dagli anni Ottanta hanno lasciato che fossero le imprese a creare ricchezza, intervenendo solo per risolvere i problemi quando si presentavano. Così facendo il bene pubblico è stato messo in secondo piano rispetto al business, ad esempio con pesanti tagli alle spese sanitarie. Peggio ancora – sono parole delle Mazzucato – “i governi stanno concedendo prestiti in un momento in cui il debito privato è già storicamente elevato”.
Essendo impossibile in un breve spazio sintetizzare il pensiero della Mazzucato, concludiamo con le sue parole: “Per far fronte all’attuale pandemia, è urgente che gli stati intensifichino la produzione e coordinino le catene logistiche per garantire la disponibilità di prodotti alimentari, medicinali, ventilatori, dispositivi di protezione individuale e tamponi”. Quando le forze di mercato non sono sufficienti, il sostegno dei governi può rendere possibile una produzione a prezzi accessibili e garantire la distribuzione alla collettività. Per quanto riguarda l’occupazione bisogna formare e riqualificare i lavoratori per creare maggior valore quando la crisi sarà passata e favorire cambiamenti sostanziali e duraturi delle condizioni occupazionali. “La crisi del Covid-19 offre ai governi un’opportunità irrepetibile per ricostruire relazioni simbiotiche positive con il settore privato. Poiché le imprese private cercano sempre più spesso gli aiuti di stato, è giunto il momento di garantire che il sostegno dei governi alle imprese sia guidato da interessi pubblici e non privati. È questo il momento di passare dalle parole ai fatti e plasmare un tipo di capitalismo migliore”. [pg, febbraio 2021]
Collezione: [Fa parte di] i Robinson. Letture. - Laterza [Vai al dettaglio]
Numeri: ISBN (13): 978-88-581-4287-5
Autore:
Mazzucato, Mariana
Cavallini, Daria
Soggetto:
Epidemie - Covid-19 - Effetti economici
Epidemie - Covid-19 - Effetti sociali
Classificazione
[Classificazione Decimale Dewey] 330.9 - Economia. Situazione e condizioni economiche
Paese Italia
Lingua Italiano
Biblioteca Inventario Sezione Collocazione Note Stato Prenotazioni Azioni
Biblioteca Credaro 53152 330.9-MAZ.NON - ECO.E.1694 Disponibile Nessuna Prenota
Allegati:
© 2007- - Diritti riservati - Banca Popolare di Sondrio