Banca Popolare di Sondrio Biblioteca Luigi Credaro

Catalogo di consultazione al pubblico
Heartland : Al cuore della povertà nel Paese più ricco del mondo

Heartland : Al cuore della povertà nel Paese più ricco del mondo

Natura: Monografia - Materiale testuale - Materiale a stampa
Descrizione: Heartland : Al cuore della povertà nel Paese più ricco del mondo / Sarah Smarsh ; traduzione di Federica Principi. - Firenze : Black Coffee, © 2021. - 281 p. ; 19 cm. - (Thisland).
Note: Tit. orig.: Heartland : A memoir of working hard and being broke in the richest country on Earrth.
Sommario / Abstract Una lettura oltremodo piacevole quella di “Heartland. Al cuore della povertà nel Paese più ricco del mondo”, un racconto di Sarah Smarsh, pubblicato dalle edizioni Black Coffee di Firenze nell’ambito di un progetto dedicato alla letteratura nordamericana contemporanea. Un’autobiografia che, oltre a essere una storia personale, è un’analisi sociale e antropologica del Kansas, uno stato popolato da contadini non benestanti, nonostante l’abbondante produzione agricola in grado di soddisfare il fabbisogno alimentare degli Stati Uniti. Un luogo dove il sogno americano si è spezzato, tra poveri bianchi e neri in una nazione abituata all’abbondanza e alla ricchezza, dove il duro lavoro degli agricoltori veniva guardato con distacco, per non dire disprezzo, dai ricchi. Insomma, lo scenario di un’America in bianco e nero, disconosciuta e trascurata. Uno scritto pregevole che l’autrice - una giornalista americana specializzata in questioni economiche, politiche e sociali e che si è fatta un nome con articoli apparsi sul New York Times, su Harper’s e Guardian e sul New Yorker - ha impiegato ben quindici anni per comporre. Questo suo primo libro è stato incluso nel 2018 tra i finalisti al National Book Award, oltre ad essere il preferito dall’ex presidente Barak Obama.
In una prosa chiara, la Smarsch racconta la sua infanzia, trascorsa con i suoi famigliari in una fattoria a cinquanta chilometri da Wichita, nel Kansas, e descrive il mondo e il duro lavoro di quel tempo, parlando nell’immaginazione a una figlia mai avuta. Una voce sincera e appassionata che con la sua prosa trascina il lettore in un mondo inimmaginabile, a una terra che, bene o male, tiene uniti tutti i suoi abitanti e che la stessa scrittrice, anche in condizioni economiche cambiate, non ha mai voluto abbandonare.
La fattoria dove l’autrice aveva vissuto si trovava su un terreno luminoso coperto di erba di prateria chiamato “Paniere del mondo” per i cereali che produceva, “Capitale aerea del mondo” per l’industria aereonautica e “Vicolo del tornado” per lo scontro tra l’aria calda e umida del Golfo con quella fredda e asciutta delle Montagne Rocciose. A primavera i temporali erano così forti che si poteva sentirne l’odore prima ancora di vederli. Il nonno passava intere giornate a mantenere i terreni e a raccogliere il grano, ma il guadagno era scarso. Un’esistenza ingrata che cercava di dimenticare bevendo whisky e ballando nelle balere. Attorno non mancavano le avventure sessuali e le nascite indesiderate. Un’America poco conosciuta, dunque, quella descritta dalla Smarsch, ma resa talmente palpitante da rendere appassionante l’ambiente umile e dimesso nel quale è cresciuta. La scrittrice ha fatto rivivere il suo passato con animo disincantato, dando significato alla sua povertà e alla terra alla quale è stata indissolubilmente legata. [pg, agosto 2022]
Collezione: [Fa parte di] Thisland. - Black Coffee [Vai al dettaglio]
Numeri: ISBN (13): 978-88-94833-44-7
Autore:
Smarsh, Sarah
Principi, Federica
Soggetto:
Contadini - Condizioni economiche e sociali - Stati Uniti d'America - Seconda metà sec. 20. - Diari e memorie
Classificazione
[Classificazione Decimale Dewey] 813 - Letteratura americana in inglese. Narrativa
Paese Italia
Lingua Italiano
BibliotecaInventarioSezioneCollocazioneNoteStatoPrenotazioniAzioni
Biblioteca Credaro58913ECO-800.SMA - ECO.E.1835In prestito fino al 13/10/20222Prenota
Allegati:
© 2007- - Diritti riservati - Banca Popolare di Sondrio